Da Gioia / L'ultimo Aggiornamento 26.02.2020

Vantaggi di SSD per OS e HDD per l'archiviazione

I vantaggi dell'installazione del sistema operativo su SSD: La maggiore velocità di esecuzione può essere considerata la maggiore preponderanza di SSD rispetto all'HDD. Rispetto al disco rigido tradizionale, SSD sono dotati di elevata capacità di resistenza al tremito, basso consumo energetico in standby, funzionamento silenzioso e bassa temperatura operativa, che fornisce un livello più profondo di protezione per il sistema operativo in caso di disastro. Tuttavia, gli SSD sono comparativamente più piccoli dell'HDD, ecco perché è meglio utilizzare SSD solo per OS e utilizzare HDD per l'archiviazione.

Come utilizzare SSD per OS e HDD per l'archiviazione in Windows?

Puoi scegliere diverse soluzioni in base alle tue esigenze. Se il PC è nuovo e si desidera installare il sistema operativo, è meglio pulire OS di installazione su SSD con il suo disco di installazione. Quindi formattare la partizione di sistema su HDD per liberare spazio su disco.

Un'altra istanza potrebbe essere che non si desidera reinstallare tutto dopo aver utilizzato il computer per un periodo di tempo. Tutti i programmi necessari e preferiti sono installati correttamente come ha fatto l'utente nell'esempio. Si desidera solo spostare il SO e alcune applicazioni che richiedono velocità veloce per il nuovo SSD. Sicuramente solo spostare le cartelle degli utenti non aiuterà nulla sulla migrazione del sistema operativo a SSD. Al contrario, questa operazione potrebbe causare problemi di sistema. Più nello specifico, si memorizzano tutte le informazioni di Windows, incluse le voci di registro, le DLL sull'unità C in anticipo e ora le si sposta in un'altra partizione, ma Windows non lo sa. Il modo migliore è spostare tutti i dati relativi al sistema su SSD usando AOMEI Partition Assistant per garantire il successo.

Impostare l'unità disco SSD e l'archiviazione HDD con AOMEI Partition Assistant

1. Installare correttamente SSD sul PC e accertarsi che possa essere riconosciuto da Windows. Installare e avviare AOMEI Partition Assistant. Fare clic Migrare Sistema su SSD sulla sinistra Procedura Guidata. E selezionare l'opzione positiva nella prossima finestra a comparsa.

Migrate OS to SSD

2. Selezionare il nuovo SSD che verrà utilizzato direttamente per il sistema operativo e fare clic Avanti.

Select new drive

3. Hai opzioni per ridimensionare la partizione di sistema su SSD e cambiare la lettera di unità se lo desidera. È inoltre disponibile la dimensione specifica della partizione in caselle.

Resize system partition

4. Questa Nota potrebbe essere utile e tenerlo a mente e fare clic Finito.

note.gif

5. Alla fine, fare clic Applicare per eseguire questo operazione. Potrebbe chiedere di riavviare il computer e completare l'attività in modalità riavvio.

apply.gif

La precedente unità di sistema verrà completamente spostata su SSD e mostrata come unità D dopo la migrazione. Ora prova se SSD può avviarsi normalmente. Cambia la superiorità di avvio in SSD nel BIOS o rimuovi HDD da testare, e quest'ultimo metodo potrebbe aiutarti a eseguire il test in modo più approfondito.

Quello che devi fare dopo il test è formattare la vecchia unità di sistema C su HDD. Non ti consentirà di formattare, eliminare o modificare l'unità di sistema in ambiente Windows. Pertanto, è necessario eseguire questa operazione con l'aiuto dello stesso software AOMEI Partition Assistant. Creare un dispositivo di avvio tramite la procedura guidata "Crea supporto di avvio", in modo da poter formattare l'unità C in modalità PE Windows. Il dispositivo di avvio può essere USB stick o CD/DVD. Per i passaggi più dettagliati con schermate, fare riferimento alla suddetta guida su "La partizione del sistema non può essere formattata".

Consiglio: Questo metodo non è adatto per i laptop che dispongono di un solo alloggiamento, poiché è difficile realizzare SSD per OS e HDD per la disposizione di archiviazione.

Conclusione

Utilizzando SSD per OS e HDD per la memorizzazione è probabilmente la migliore soluzione per i desktop, che sfrutta appieno la preponderanza di ciascun tipo di dischi. Fortunatamente, tutte le operazioni complicate possono essere facilmente gestite quando si passa a AOMEI Partition Assistant.