Da AOMEI / L'ultimo Aggiornamento 21.07.2021

Perché migrare Windows 10 su SSD?

Migrare Windows 10 su SSD di solito significa spostare tutto il contenuto sul disco del sistema operativo Windows 10 e la partizione relativa al sistema su SSD, in modo da poter utilizzare facilmente questi file per l'avvio da SSD di destinazione. Quando si tratta del motivo per cui è necessario copiare Windows 10 su SSD, ci sono due ragioni principali da riassumere.

In primo luogo, ottenere prestazioni migliori. Non ci sono parti mobili in SSD, il che rende SSD più silenzioso e ha meno possibilità di danneggiarsi. Inoltre, SSDs garantiscono tempi di avvio rapidi e tempi di caricamento più brevi delle applicazioni.

Inoltre, nella tua vita quotidiana potresti aver trovato poco spazio su disco, soprattutto per la partizione di sistema, il che ha un effetto negativo sulle prestazioni del computer. Quando influisce costantemente sul lavoro e sulla vita, è possibile migrare Windows 10 a SSD più grandi per risolvere il problema. Dato che gli SSD sono più costosi degli HDD, è anche una scelta saggia acquistare un SSD con capacità più ridotte, quindi migrare Windows 10 in SSD più piccoli e utilizzare SSD per OS e HDD per installare la memoria.

Pulire installazione o clonazione del SSD

Se è necessario eseguire una nuova installazione, si basa sulla disponibilità e sul software installato sul disco rigido. Per essere specifici, se le applicazioni di terze parti sono installate separatamente dall'unità di sistema, in particolare l'unità C, è possibile eseguire il backup di file personali nell'unità C e eseguire un'installazione pulita su SSD. Le applicazioni installate su altre unità non saranno interessate. Se il software è installato insieme ai programmi di sistema, l'installazione pulita richiede molto più tempo per reinstallare tutti questi programmi.

Nel frattempo, tutte le impostazioni, configurazioni e dati memorizzati andranno persi. Se vuoi mantenere intatti questi dati e risparmiare tempo, la clonazione è il modo più semplice per migrare la partizione di Windows 10 sul nuovo SSD.

Ottimo software per spostare windows 10 su SSD

Molti SSD hanno un software di migrazione dei dati integrato come Samsung Data Migration software. In generale, questo tipo di strumento di migrazione fa un ottimo lavoro. Tuttavia, sposta tutto sul vecchio disco rigido sul nuovo SSD invece che sul solo SO Windows 10. In tal caso, un programma di migrazione affidabile e completo è un risparmio di preoccupazioni.

AOMEI Partition Assistant Professional è uno strumento di migrazione che ti consente di spostare Windows 10 su SSD senza reinstallare il sistema e i programmi nell'unità C. Ha un wizard facile da usare, "Migrare OS a SSD", che può aiutarti a completare la migrazione anche se sei dei principianti. Inoltre, puoi anche spostare solo i programmi da disco C a un altro disco con la funzione APP Mopver. Ora, scarica lo strumento per scoprire come migrare Windows 10 a SSD. Ad esempio, esegui la migrazione del sistema operativo Windows a SSD più piccoli.

Scarica Software Win 10/8.1/8/7/XP
Download   Sicuro

Come spostare Windows 10 su SSD più piccoli senza perdita di dati?

Tecnicamente, ci sono tre parti per la migrazione del sistema operativo, i preparativi prima della migrazione, la migrazione del processo e il lavoro di test all'avvio dopo la migrazione. Le seguenti parti descrivono in dettaglio queste sezioni.

Prima di fare:

● Collega SSD al tuo computer Windows 10. Normalmente, i desktop hanno un alloggiamento disco aggiuntivo per SSD, ma per migrare Windows 10 a SSD sul portatile, potrebbe essere necessario un cavo di collegamento USB-SATA. Inoltre, assicurarsi che SSD abbia spazio non allocato uguale o maggiore dello spazio utilizzato della partizione del sistema operativo corrente.

● Se SSD è più piccolo dello spazio utilizzato nell'unità di sistema corrente, è possibile eseguire il backup di file personali, video, musica, film, immagini in particolare in altri luoghi che non saranno trasferiti su SSD. Pulisci il disco allo stesso tempo per consentire a Windows 10 di adattarsi al nuovo SSD.

● È necessario eseguire la deframmentazione della partizione del disco rigido prima di avviare la clonazione se si intende spostare da Windows 10 a SSD da HDD.

Spostare Windows 10 su SSD

1. installa e apri AOMEI Partition Assistant Professional. Fai clic su "Migrare OS su SSD" nel riquadro di sinistra. Un'introduzione su questo wizard verrà alla tua vista, leggela e fai clic su "Avanti".

Migrate Windows 10 to SSD

2. seleziona lo spazio non allocato su SSD come posizione di destinazione, quindi fai clic su "Avanti".

Select SSD disk

3. è possibile ridimensionare la partizione di sistema e cambiare unità in questa pagina. Quindi apparirà una nota su come avviare Windows 10 su SSD. Tienilo presente e fai clic su "Avanti".

Resize Windows 10 partition

4. comferma tutte le operazioni e ora J: drive è clonato windows 10. Quindi fai clic su "Applicare"> "Procede" per eseguire la migrazione del sistema operativo Windows 10 a SSD.

Apply

Suggerimenti: È richiesto un riavvio.

Avvia Windows 10 da SSD e formatta la vecchia unità

Fino ad ora, il sistema operativo Windows 10 è stato migrato con successo su SSD. Al termine della migrazione, scollega SSD clonato e spegni il computer Windows 10. Ora è il momento di sostituire il vecchio disco rigido con SSD clonato. Fai attenzione durante l'avanzamento della sostituzione e potresti aver bisogno di un cacciavite per assisterti. Se vuoi mantenere il vecchio disco e l'avvio da SSD, è possibile modificare la priorità di avvio su SSD nel BIOS. Tuttavia, il primo modo di raccomandare per un test approfondito.

Dopo la migrazione, il vecchio sistema operativo Windows 10 esiste ancora. Per liberare e utilizzare questo spazio, è possibile formattare l'unità C da quel momento in poi, si è soddisfatti del nuovo sistema in esecuzione. Inoltre, se prima hai eseguito il backup dei dati, potresti dover ripristinare i file dal backup.

Verdetto

Con AOMEI Partition Assistant Professional, è possibile migrare da Windows 10 a SSD senza reinstallare il sistema operativo. Inoltre, oltre a spostare il SO solo su SSD, AOMEI Partition Assistant fornisce anche "Copia disco" che può clonare l'intero disco rigido su SSD in Windows 10.

AOMEI Partition Assistant Professional è specializzato nella gestione delle partizioni. Inoltre, supporta la migrazione del sistema operativo Windows 10 dal disco MBR al disco MBR, la migrazione da MBR a GPT, GPT a MBR o GPT a disco GPT. È molto potente e flessibile rispetto a Gestione disco in Windows 10. Provaci!